Bayes Investments si affida a L45 per le attività di media relation e di digital pr 09 Jun 2020

L45 firma un’altra importante collaborazione. È quella con Bayes Investments, advisor del Made in Italy Fund, un fondo comune di investimento specializzato nei titoli di aziende italiane con una capitalizzazione fino a un miliardo di euro.

In un mercato azionario italiano di ridotte dimensioni rispetto a quelle dell’economia nazionale, sono ancora pochi i fondi azionari specializzati sull’Italia e indirizzati alle PMI. Nella maggior parte dei casi gli strumenti dedicati all’azionario Italia si concentrano su una fetta ristretta di grandi aziende.

Nel 2014 Massimo Fuggetta, fondatore e Chief Investment Officer di Bayes Investments, costituisce la società e nel 2016 avvia il Made in Italy Fund proprio per rivolgersi all’universo delle PMI, più diversificato e più rappresentativo dell’economia italiana. Esse costituiscono l’80% delle società quotate, ma solo il 7% della capitalizzazione del mercato, con un valore complessivo di 43 miliardi.

Il Made in Italy Fund ha un approccio estremamente strutturato al mercato dinamico delle PMI quotate. Monitora tutte le opportunità di investimento, compie un’analisi sistemica del mercato delle piccole imprese - prendendo in considerazione redditività e prospettive di crescita - e infine seleziona le migliori 30 società con un approccio “value”.

Il progetto di media relations e di digital pr di L45 comprende tutte le attività di analisi, di ricerca e di pianificazione strategica necessarie a una campagna di comunicazione integrata e strutturata, nonché tutte le attività di gestione della web reputation aziendale attraverso piattaforme di social media come Linkedin. “La collaborazione con Bayes Investments rappresenta per noi uno stimolo e un’opportunità – commenta Simone Guzzardi, partner e managing director di L45 –. Ci rafforziamo ulteriormente nel settore finanziario raccontando una realtà unica nel suo genere: un fondo che vanta ottimi rendimenti e che ha il grande merito di accendere un riflettore sulle migliori PMI del Made in Italy, contribuendo così alla ripresa della nostra economia. Per questo motivo ci fa particolare piacere iniziare questa nuova collaborazione proprio in un momento difficile, ma attraversato da una grande voglia di riscossa da parte delle imprese italiane”.